Informazioni Generali

Tutte le informazioni di cui hai bisogno per organizzare il tuo viaggio a Panama

Documenti. I cittadini italiani possono entrare senza visto e trattenersi nel paese per 90 giorni. Sarà sufficiente essere in possesso del passaporto con una validità minima di almeno sei mesi e di un biglietto aereo di andata e ritorno o di proseguimento del viaggio. Per soggiorni più lunghi è necessario chiedere un permesso presso gli Uffici della Direcion Migración.

Viaggi all’estero di minori. Si fa presente che la normativa sui viaggi all’estero dei minori varia anche in funzione delle disposizioni nazionali dei singoli Paesi. La recente normativa italiana (novembre 2009) prevede l’obbligatorietà del passaporto individuale anche per i minori, la cui validità temporale è differenziata in base all’età (ferma restando la validità dei passaporti in cui i minori risultino già iscritti). Si consiglia pertanto di assumere informazioni aggiornate presso la propria Questura, nonché presso le Ambasciate o i Consolati del Paese accreditati in Italia e/o il proprio agente di viaggio.

Visto d’ingresso. Non necessario, per turismo fino a 90 giorni di permanenza nel Paese.

Vaccinazioni obbligatorie: nessuna

Moneta. La valuta che ha corso legale a Panama è il dollaro USA. Esiste ufficialmente una moneta nazionale, denominata “balboa”, con valore sempre uguale al dollaro USA ma che è emessa solo in monete da 5, 10, 25 e 50 centesimi (le monete, tranne quella da 50 cents, sono identiche per forma, peso e colore a quelle americane). Al momento dell’arrivo nel Paese occorre dichiarare alla dogana il possesso di valuta per somme superiori ai 10.000 dollari.

Cambio Le banche non sono quasi mai provviste di servizio di cambio valuta; al momento il cambio euro-dollaro è effettuato solamente da alcune banche (BNP, HSBC) con sede solo nella capitale.

Si consiglia pertanto di viaggiare con dollari USA in biglietti da 20 e 50 dollari in quanto vengono accettati con meno difficoltà. Si possono in genere ritirare contanti dai Bancomat locali nelle maggiori città con le carte di credito italiane. All’uscita dal Paese è previsto il pagamento di una tassa d’imbarco di 20 dollari a persona, che di norma viene inclusa nel costo del biglietto

Carte di Credito. Visa, MasterCard Diners e American Express vengono generalmente accettate. Le carte di credito possono venire utilizzate per pagare macchine a noleggio, alberghi e ristoranti. Negozi e boutiques che prendono carte di credito ne mettono fuori l’insegna.

Elettricità. 110 Volt. E’ necessario procurarsi un adattatore a lamelle per le prese di tipo americano.

Orari servizi pubblici. La settimana lavorativa va dal lunedì al sabato.

Nella Repubblica di Panama non esistono né leggi né altre disposizioni normative di regolamentazione degli orari di apertura di uffici pubblici e negozi; pertanto è possibile indicare solo gli orari generali maggiormente praticati, i quali possono essere comunque suscettibili di variazione a livello locale.

In linea generale, gli uffici pubblici aprono dal lunedì al venerdì, dalle ore 9.00 alle ore 16.00. I negozi dal lunedì al sabato, dalle ore 8.00 alle ore 12.00 e dalle ore 14.00 alle ore 18.00. I centri commerciali aprono generalmente dalle ore 9.00 alle ore 20.00 dal lunedi a sabato.

Telefonia. Il prefisso dall’Italia è 00507 seguito dal numero dell’abbonato. In tutto il paese le chiamate sono locali e non esistono prefissi interni. I cellulari italiani funzionano solo se quadri-band. È molto facile ed economico chiamare in Italia con le tessere telefoniche internazionali che si acquistano nella maggior parte dei supermercati.

Cellulari e rete fissa

A Panama sono presenti vari operatori di telefonia: Cable & Wireless, Digicel,Claro e Movistar.

Una sim ricaricabile (chiamata a Panama Pre-pago) costa intorno ai 10 $ e le telefonate sui 8 – 9 cent al minuto.

A Panama funzionano solo ed esclusivamente i cellulari “quadri-band” (850 Mhz). Gli “Internet café” sono diffusi. La rete elettrica è a 110 volts, con prese tipo USA.

Ora. 6 ore in meno rispetto all’Italia, 7 quando in Italia è in vigore l’ora legale. Per la vicinanza all’equatore, le giornate hanno la stessa durata tutto l’anno con 12 ore di luce e altrettante di buio.

I visitatori possono godere di quasi 12 ore di luce tutto l’anno: il sole sorge poco dopo le ore 06.00 e tramonta alle ore 18.30 circa.

Mance. Le mance non sono incluse nel prezzo, ma é consuetudine lasciare sul conto del ristorante o del caffé circa il 10 % dell’importo pagato. Non é necessario dare mance ai taxisti ma in genere si lascia una piccola mancia al facchino o al portiere dell’hotel. Non è consuetudine discutere il prezzo di un prodotto o di un servizio, ma se il cliente insiste con gentilezza quasi sempre riesce a spuntare uno sconto.

Le tasse sono escluse dal prezzo di vendita e si deve calcolare sul prodotto o servizio un sovrapprezzo del 5 – 10 per cento.

Abbigliamento. Scegliete dei vestiti che si adattino a un clima tropicale molto caldo, i migliori sono il cotone e il lino. Non dimenticate qualche capo elegante per le serate. Un maglione o una felpa pesante sono utili nei locali con l’aria condizionata e per i lunghi viaggi in autobus. Un poncho è utile in caso di acquazzone o se programmate di scalare le montagne. Ricordatevi le ciabatte (tipo infradito) perche le userete per la maggior parte del viaggio e un buon paio di scarpe da ginnastica (o da trekking). Cercate di limitare al massimo il bagaglio anche perchè si potranno lavare i vestiti sporchi presso le numerose lavanderie del posto. E’ infine possibile acquistare abbigliamento a prezzi vantaggiosi.

Portate con voi un repellente per gli insetti (indispensabile in alune zone costiere). Non dimenticate gli occhiali da sole e un cappello per le giornate calde.

Salute. Nessuna vaccinazione obbligatoria; consigliate tifo ed epatite. Alcune malattie sono presenti nelle aree rurali: malaria, epatite e dengue.

Consigliamo di stipulare un’assicurazione sanitaria prima di partire.

L’acqua del rubinetto è potabile e non presenta rischi per la salute sia nella capitale sia nella maggior parte del resto del paese. Comunque, nelle province di Bocas del Toro e Kuna Yala consigliamo di bere acqua in bottiglia o di purificare l’acqua del rubinetto facendola bollire per almeno 15 minuti.

Situazione sanitaria. L’assistenza sanitaria è generalmente buona nelle strutture private della capitale, dove ci sono alcuni ospedali e cliniche di livello analogo a quello europeo. In provincia i servizi medici sono a volte limitati. La reperibilità di medicinali è buona e non presenta problemi. Medici e ospedali esigono l’immediato pagamento dei servizi prestati. Si consiglia pertanto di stipulare, prima di intraprendere il viaggio, un’adeguata assicurazione sanitaria che preveda, oltre alla copertura delle spese mediche, anche l’eventuale rimpatrio aereo sanitario o il trasferimento in altro Paese.

Alimenti. Non sono necessarie particolari precauzioni in materia di alimenti: nei supermercati sono disponibili quasi tutti i prodotti, compresi quelli italiani più diffusi (pasta, pomodori pelati, olio d’oliva, ecc.). Nei ristoranti della capitale il livello igienico è buono; si consiglia di evitare i chioschi lungo le strade, date le precarie condizioni igieniche. La malaria, la dengue e la dengue emorragica, trasmessi dalle zanzare, sono endemiche a Panama, ma i casi sono in genere limitati e circoscritti a zone lontane dai normali percorsi turistici. Non sono consigliati trattamenti preventivi, a parte l’uso di repellenti contro le zanzare, specialmente nelle ore del tramonto ed in zone acquitrinose.

A partire dal 1° novembre 2008, Panama raccomanda il vaccino contro la febbre gialla a tutte le persone che giungono nel Paese e che prevedono, in particolare, di visitare le regioni orientali, il Darien e la Comarca Kuna Yala (arcipelago delle isole San Blas). Stessa raccomandazione vale per i viaggiatori, residenti o stranieri, in arrivo o in partenza da Paesi in cui tale malattia è endemica (Bolivia, Brasile, Colombia, Ecuador, Perù e Venezuela in Sud America; Angola, Benin, Burkina Faso, Camerun, Repubblica Democratica del Congo, Gabon, Gambia, Guinea, Liberia, Nigeria, Sierra Leone e Sudan in Africa).

Viaggi low cost in Brasile |Viaggi low cost a Panama | Viaggi in Centro e Sud America